Vai al contenuto


Benvenuto su Jappop forum, visitatore


Connettiti 

Registrati subito

Perchè mi dovrei registrare su Jappop?

  • Accesso a numerose funzioni e caratteristiche non disponibili ai visitatori (guest)
  • Accesso a una grande comunità dove trovare informazioni di ogni genere dal cinema ai manga, dagli anime ai videogames, dal fansub alla musica che viene dall'Oriente
  • Ben 4 diverse skin grafiche tra cui scegliere per navigare nel Forum
  • Accesso alle aree protette riservate agli utenti più attivi
  • Di più e altro ancora registrandoti semplicemente e gratuitamente su Jappop! Registrati
 
Guest Message by DevFuse

- - - - -

[OTHER] La musica classica occidentale in Giappone


  • Per cortesia connettiti per rispondere
19 risposte a questa discussione

#1 OFFLINE   Blaze

Blaze

    Jidosha no kami

  • Moderatori
  • 12051 Messaggi:
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 19 aprile 2008 - 19:41

Al termine del periodo Edo, nel tardo 19esimo secolo, in Giappone iniziò la cosìddetta Restaurazione Meiji, con la conseguente apertura verso la cultura occidentale. Fece così il suo ingresso per la prima volta anche la nostra "musica classica" (termine piuttosto generico e impreciso in verità, che di solito si identifica con la musica dei periodi Barocco, Classico e Romantico), rendendo oggi il Giappone uno dei principali mercati al mondo nonché paese natio di molti talenti musicali. Questo articolo, ben lontano da qualsiasi pretesa di completezza, serve solo ad incuriosire un po' gli interessati con qualche notizia sulle figure più importanti fino ad oggi e qualche giovane promessa nella classica occidentale in Giappone.


DIRETTORI D'ORCHESTRA:

Immagine inserita

Seiji Ozawa
Sicuramente la figura di spicco nel mondo della musica classica occidentale in Giappone per fama internazionale e risultati ottenuti. Nato nel 1935, entrò alla Toho Gakuen Daigaku come studente di pianoforte. In seguito abbandonò lo strumento a causa di un infortunio alle dita, passando alla direzione e ottenendo già risultati potendo dirigere la NHK Symphony Orchestra e la Filarmonica del Giappone. Nel 1959, anno del diploma, si trasferisce in Europa dove vince la possibilità di studiare sotto Herbert von Karajan (uno dei più grandi direttori d'orchestra della storia) e la Berliner Philharmoniker (importantissima orchestra sinfonica). Notato da Leonard Bernstein, nel 1961 diventa assistente direttore della New York Philharmonic Orchestra (*). Nel 1962 torna in Giappone come direttore della NHK Symphony Orchestra, ma a causa delle proteste di molti strumentisti che si rifiutarono di suonare sotto la sua direzione, non assunse mai l'incarico. Qualche anno dopo Ozawa finì a dirigere la Filarmonica del Giappone. Nel frattempo la sua fama internazionale cresceva, potendo dirigere la Toronto Symphony Orchestra (1965-1970) e la San Francisco Symphony Orchestra (1969-1976) che pur non godendo dello stesso prestigio delle Big Five (*) era tra le più importanti e apprezzate orchestre degli USA e del mondo intero. Nel 1973 riceve l'incarico più prestigioso, la direzione della Boston Symphony Orchestra, che manterrà (non senza problemi e critiche) fino al 2002, stabilendo un record per la BSO. Dal 2002 è diventato direttore della Wiener Staatsoper, incarico che dovrebbe mantenere fino al 2010.
Ozawa nel suo vasto repertorio è diventato noto per preferire compositori tardo-romantici nonché compositori classici del 20esimo secolo, dirigendo le prime di numerose opere come la San Francisco Polyphony di Ligeti, l'opera Saint François d'Assise di Messiaen e le Sinfonie No.2 di Davies e No.1 di Harbison.

Hidemaro Konoye
Figlio di una famiglia aristocratica (fratello di Fumimaro Konoe che tra il 1937 e il 1941 sarà 3 volte Primo Ministro del Giappone), Konoye è stato tra i primi direttori d'orchestra del Giappone. Frequentò in Europa i più importanti ambienti musicali, grazie ai suoi maestri Vincent d'Indy, Max von Schillings e Franz Schreker, arrivando a conoscere personaggi di spicco come Richard Strauss. Già nel 1928 inizò a condurre in Europa, partendo dalla Berliner Philharmoniker e contando anche l'Orchestra alla Scala e la NBC Symphony Orchestra. È rinomato per aver diretto la prima registrazione in assoluto di una sinfonia di Mahler, la Quarta.

Immagine inserita

Hiroshi Wakasugi
Altra figura di spicco della musica classica, però più per il panorama interno che per quello internazionale. Nato nel 1935, studente della Tokyo National University of Fine Arts and Music, nel 1965 fondò la Yomiuri Nippon Symphony Orchestra che ha portato a essere tra le orchestre più importanti del Giappone. Diresse, a partire dal 1977, numerose orchestre in giro per l'Europa (soprattutto dell'area germanica), per poi tornare nel 1995 come direttore principale della NHK Symphony Orchestra. Ha portato in Giappone molte opere liriche occidentali, e il suo contributo fondamentale alla diffusione della musica classica è stato riconosciuto da numerosi premi.

Heiichiro Ohyama
Vedi sezione strumentisti

STRUMENTISTI:

Immagine inserita

Ingrid Fuzjko V.Georgii-Hemming (pianista)
Nata in Germania da madre giapponese e padre svedese-russo, Fujiko ha studiato in Giappone sempre alla Tokyo National University of Fine Arts and Music. Emerse subito come talento iniziando sin da giovanissima a fare concerti. A 28 anni tornò in Germania per studiare nel Berlin Institute of Music, diventando piuttosto nota in Europa. Poteva contare infatti tra i suoi "sostenitori" von Karajan e Bernstein, ma nel momento più importante per la sua carriera una grave febbre le tolse l'udito. Dopo anni di cure per recuperare solo parzialmente l'udito, tornò a suonare il piano, ma lontana dai riflettori di un tempo. Tuttavia nel 1999 in Giappone venne realizzato e trasmesso un documentario sulla sua vita, mostrando il suo talento e le sue vicissitudini. Il successo fu enorme, e fu l'inizio di una seconda carriera per Fuzjko, che vanta numerosi CD venduti in milioni di copie e concerti in ogni parte del globo quasi sempre completamente esauriti.

Immagine inserita

Hiroko Nakamura (pianista)
Nata nel 1944, iniziò a studiare piano a soli 3 anni alla Toho Gakuen Daigaku, vincendo a soli 15 anni la National Music Competition of Japan, nel 1959. In seguito alla vittoria, la NHK Symphony Orchestra decise di invitarla come solista in quello che sarebbe stato il primo tour mondiale per entrambi. Nel 1960 si trasferì a New York, per studiare alla Juilliard sotto la nota maestra di piano Rosina Lhévinne (che conta tra i suoi allievi Van Cliburn, vincitore del primo Concorso Internazionale Tchaikovsky (**) e il grande direttore d'orchestra James Levine). Il risultato fu nel 1965 la vittoria del Quarto Premio nel Concorso Pianistico Internazionale Frederick Chopin (***)(quell'anno vinto da Martha Argerich), rendendola la prima giapponese nonché la più giovane vincitrice di un premio (record battuto da Yundi Li nel 2000, vincitore del Primo Premio a soli 18 anni). Oggi è tra le giurie dei più prestigiosi concorsi per pianoforte internazionali, come il Tchaikovsky, lo Chopin, il Rubinstein o il Busoni.

Immagine inserita

Ayako Uehara (pianista)
Tra le giovani promesse del panorama internazionale spicca il nome della giapponese Ayako Uehara. Nata nel 1980, a soli 22 anni nel 2002 è diventata la prima giapponese e la prima donna a vincere il Primo Premio nel Concorso Internazionale Tchaikovsky, con un programma che ha stupito ed affascinato molti per le sue scelte inusuali (Opere 10 e 37 di Tchaikovsky, gli Etudes di Scriabin e la Ballata in Si minore e il Valzer Mephisto di Liszt). La serie di registrazioni successive ha confermato la predilezione della pianista per i compositori russi (Tchaikovsky e Prokofiev in particolare). In questo periodo sta iniziando i suoi primi recital, che mostreranno ad una critica che la attende con ansia quale sia il suo reale potenziale.

Immagine inserita

Toru Yasunaga (violinista)
Il violinista che ha raggiunto il più alto riconoscimento in campo internazionale è certamente Yasunaga, ex studente della Toho Gakuen Daigaku. Trasferitosi nel 1975 a Berlino, entrò nelle grazie dell'allora Primo Violino della Berliner Philharmoniker, Michael Schwalbé. Così, nel 1977, entrò tra i primi violini (c'è una sottile differenza, l'orchestra è divisa in primi e secondi violini a seconda della vicinanza con il pubblico, e tra i primi violini vi è il Primo Violino, o concertmaster, che è la figura più importante in un'orchestra dopo il direttore) della Filarmonica stessa, diventando Primo Violino (o Konzermaister) nel 1983, ruolo che ricopre tutt'oggi.

Immagine inserita

Takako Nishizaki (violinista)
Sicuramente la violinista più famosa del Giappone, in quanto prima studentessa a completare il famoso Metodo Suzuki (a soli 9 anni) e vendutissima con le sue registrazioni (grazie soprattutto alla sua fama in Cina).Studentessa prima della Toho, poi di Yale e in seguito della Juilliard, nel 1964 ottiene il primo riconoscimento prestigioso in ambito internazionale con il Secondo Premio nella Leventritt International Competition, arrivando dietro solo il grande Itzhak Perlman. Da allora ha suonato con prestigiose orchestre in tutto il mondo. Nel suo repertorio vanta la registrazione di concerti per violino poco noti, come quelli di Anton Rubinstein o César Cui, ma soprattutto un gran numero di pezzi di musica per violino cinese, in particolare il celebre Butterfly Lovers' Violin Concerto di Chen Gang e He Zhanhao, che ha venduto oltre 3 milioni di copie tra Cina e Sud-Est asiatico.

Immagine inserita

Akiko Suwanai (violinista)
Nata nel 1972, ha studiato alla Toho Gakuen Daigaku. Ha raggiunto la fama internazionale nel 1990, quando a soli 18 anni è diventata la più giovane vincitrice del Concorso Internazionale Tchaikovsky (dopo un secondo posto nel Premio Paganini (****) nel 1988, a soli 16 anni). È oramai una violinista affermata che ha suonato sotto grandi direttori come Pierre Boulez, Lorin Maazel e Zubin Mehta e con grandi orchestre come la Berliner Philharmoniker, la New York Philharmonic, la Los Angeles Philharmonic e la Boston Symphony Orchestra. Tra le sue registrazioni, quella del Primo Concerto per Violino di Bruch (considerato un classico per violino) è molto apprezzata dalla critica. È inoltre la fortunata "utilizzatrice" dello Stradivari Delfino di proprietà della Nippon Music Foundation, appartenuto in passato al grande Jascha Heifetz (considerato tra i più grandi violinisti e in generale tra i più grandi strumentisti della storia).

Immagine inserita

Sayaka Shoji (violinista)
Nata solo nel 1983, ha trascorso la sua infanzia in Italia, a Siena, per poi trasferirsi in Germania e studiare nella prestigiosa Hochschule für Musik Köln, sotto il grande maestro Zakhar Bron (che vanta tra i suoi allievi Maxim Vengerov e Vadim Repin). Tuttavia può contare tra i suoi maestri anche Uto Ughi e Shlomo Mintz. Nel 1999, a soli 16 anni, è così diventata la prima giapponese e la più giovane vincitrice del Premio Paganini (concorso ricco di finalisti giapponesi, ma mai vincitori del primo premio). Zubin Mehta è probabilmente il suo più forte sostenitore, avendola già nel 2000 invitata a suonare con la Israel Philharmonic e la Los Angeles Philharmonic. Ha suonato anche con altre grandi orchestre come la Berliner Philharmoniker e la London Symphony Orchestra. Anche lei suona uno Stradivari del 1715 di proprietà della Nippon Music Foundation, uno dei vari Joachim, appartenuto appunto al grande compositore e violinista Joseph Joachim.

Immagine inserita

Mayuko Kamio (violinista)
Giovanissima, appena 21 anni (nata nel 1986), Mayuko, ex studentessa della Toho e oggi allieva di Zakhar Bron precedentemente citato, alla Hochschule Musik und Theater di Zurigo, è recentemente diventata famosa grazie alla vittoria nel 2007 del Primo Premio nel Concorso Internazionale Tchaikovsky. La sua carriera è ancora agli inizi ovviamente, ma la vittoria nel prestigioso concorso lascia ben sperare per una grande carriera. Suona uno Stradivari "Joachim" del 1727 di proprietà della Suntory (importante compagnia di produzione di bevande alcooliche giapponese).

Immagine inserita

Heiichiro Ohyama (violista)
Altra figura molto importante nel mondo della classica, Ohyama divide la sua fama tra quella di grande violista (in particolare è stata Prima Viola della Los Angeles Philharmonic dal 1979 al 1992 (sotto Carlo-Maria Giulini e André Previn come direttori), e quella di promettente direttore d'orchestra (nel 1986 venne nominato assistente direttore proprio della Filarmonica di Los Angeles sotto Previn stesso). Per ora tuttavia rimane direttore soltanto di orchestre minori.

Immagine inserita

Nobuko Imai (violista)
Nata nel 1943, un'altra studentessa della Toho (e in seguito di Yale e della Juilliard), dopo alcune vittorie in concorsi internazionali in Europa, ha lavorato con numerose orchestre in tutto il mondo, facendo anche parte per un periodo del famoso Quartetto Vermeer. Ha collaborato con musicisti di spicco come i violinisti Gidon Kremer, Itzhak Perlman e Isaac Stern, il violoncellista Yo Yo Ma e la pianista Martha Argerich.


COMPOSITORI:

Immagine inserita

Tōru Takemitsu
Nato nel 1930 e scomparso nel 1996, Takemitsu è di gran lunga il più importante compositore di musica classica contemporanea che il Giappone abbia avuto. Già negli anni '50 promettente compositore (si racconta che una delle sue opere venne ascoltata per errore da Stravinsky, che, apprezzandola, lo invitò a pranzo), senza aver ricevuto alcun insegnamento ma basandosi solo su qualche ascolto vago di musica classica, continuò a sviluppare, grazie alle conoscenze ampliate, la sua tecnica compositiva fondendo elementi di musica tradizionale giapponese (tentando anche di creare spartiti su pentagramma per strumenti tradizionali nipponici) con la musica di Debussy, Schoenberg, Cage e Messiaen, creando uno stile innovativo e riconosciuto a partire dagli anni 70 anche a livello internazionale. Grande amico di Seiji Ozawa, ha realizzato la colonna sonora per qualche film nipponico. Nel 1996, dopo la sua morte, ha ricevuto postumo il prestigioso premio "Glenn Gould" conferito ogni 3 anni ad una sola persona per il contributo alla musica e alla comunicazione (prima di lui lo aveva ricevuto tra gli altri Yehudi Menuhin, dopo di lui lo hanno ricevuto Yo Yo Ma, Pierre Boulez e André Previn).


SCUOLE E ORCHESTRE:

Immagine inserita

Toho Gakuen Daigaku
La Scuola di Musica Toho si trova vicino Tokyo ed è stata fondata solo nel 1948. Pur nonessendo tra le più antiche, è oramai tra le principali scuole di musica del paese, grazie alla fama ottenuta con i risultati di alcuni dei suoi laureati, molti dei qual sono citati in questo articolo.

Immagine inserita

Tōkyō Geijutsu Daigaku
La Tokyo National University of Fine Arts and Music è nata nel 1949 dalla fusione della Tōkyō Bijutsu Gakkō (Accademia d'arte) e la Tōkyō Ongaku Gakkō (scuola di musica), fondate nel 1887, ha sede a Tokyo, a Toride (prefettura di Ibaraki) e a Yokohama, contando oltre 2000 studenti iscritti. Anche la Tokyo Geijutsu vanta numerosi laureati importanti come visto in questo articolo, anche al di fuori dalla musica (laureato lì è anche il regista Takeshi Kitano ad esempio).

Immagine inserita

Enueichikei Kōkyō Gakudan (NHK Symphony Orchestra)
Fondata a Tokyo nel 1926, è la più antica orchestra sinfonica professionale del Giappone, e ancor'oggi la più prestigiosa. Ha preso il nome NHK nel 1951, dopo che la NHK (la Rai giapponese in sostanza) le fece da sponsor. Sede principale è la NHK Hall a Shibuya, da 3677 posti. Al momento vanta come direttore Vladimir Ashkenazy.

Immagine inserita

Tokyo Kosei Wind Orchestra
Menzione speciale merita l'orchestra per fiati (cioè priva di archi) Tokyo Kosei, considerata da molti come la migliore orchestra per fiati del mondo. Fondata nel 1960 da un'associazione buddista, da allora gira il mondo eseguendo un repertorio piuttosto vasto che conta anche molti compositori giapponesi. Douglas Bostock è l'attuale direttore. "Casa" della Tokyo Kosei è la Fumon Hall.



Note:
*: Le Big Five Orchestras sono le 5 orchestre più prestigiose, per tradizione, degli USA. Sono la New York Philharmonic (1842), la Boston Symphony Orchestra (1881), la Chicago Symphony Orchestra (1891), la Philadelphia Orchestra (1900) e la Cleveland Orchestra (1918). Questa denominazione aveva un senso molti anni fa, mentre ormai gli ultimi decenni hanno portato alla fama altre orchestre come la Los Angeles Philharmonic o la San Francisco Symphony.

**: Il Concorso Internazionale Tchaikovsky si tiene dal 1958 a Mosca ogni 4 anni. Si tiene per pianoforte, violino, violoncello, voce maschile e voce femminile. Vanta tra i suoi vincitori nel passato Van Cliburn, Vladimir Ashkenazy, John Ogdon, Grigory Sokolov, Mikhail Pletnev e Boris Berezovsky nel piano, Gidon Kremer al violino e David Geringas al violoncello.

***: Il Concorso Pianistico Internazionale Frederick Chopin si tiene dal 1927 a Varsavia, ogni 5 anni (in realtà vi fu un solo concorso tra il 1938 e il 1954, nel 1949). È sicuramente tra i concorsi per pianoforte più importanti al mondo, e vanta tra i vincitori nel passato Maurizio Pollini nel 1960, Martha Argerich nel 1965 e nel 2000 Yundi Li.

****: Il Premio Paganini è una prestigiosa competizione per violino che si tiene ogni anno a Genova (dal 2002 è diventato biennale) per violinisti sotto i 34 anni di età. Il Giappone vanta il record di finalisti, con ben 42 (seconda l'Unione Sovietica con 36), vincendo il primo premio solo una volta però (contro le 11 dell'USSR).

Messaggio modificato da Justine90 il 24 agosto 2009 - 20:11


Nuovo iscritto? Dai un'occhiata al regolamento.


"Azake warau yatsu wo shirime ni, tsukame egaita yume nigitta te ni, ameagari no nagareboshi..."

"I am going to pick a track, we'll go for a real one... Laguna Seca and now we have to pick a car. TVR Tuscan, nope too much of a handful. Aston Martin DB9. That's not a racing car, that's just pornography..." (Jeremy Clarkson)

#2 OFFLINE   Lastblade

Lastblade

    Tennoo (天皇)

  • Super Moderatori
  • 9797 Messaggi:
  • Località:Ryouzanpaku
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 19 aprile 2008 - 20:26

Bellissimo articolo Blaze, grazie :)


Ma quanti Stradivari hanno i Giapponesi???  :D
Che pucci la "Sienese" Sayaka Shoji  :)
Nuovo iscritto? Dai un'occhiata al regolamento

(~§~) YUI addicted (~§~) --- Baka-kun club --- Pigro e fiero di esserlo XD -- Gina approved! Immagine inserita
Traduzioni su Jappop: Yo-Yo Girl Cop, Taiyou no Uta, Gomen,  The World sinks except Japan, Dog in a Sidecar - The Fure Fure Girl (con Paulus35) 01%
Immagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inserita
[E' aperta la Caccia Alle Kappa! - Comitato nazionale per la preservazione e la difesa del "ch" - Membro numero 2]

#3 OFFLINE   Blaze

Blaze

    Jidosha no kami

  • Moderatori
  • 12051 Messaggi:
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 19 aprile 2008 - 21:11

Beh la Nippon Music Foundation possiede:
-2 violini Guarneri del Gesù (meno noti degli Stradivari, ma altrettanto grandiosi e costosi :))
-l'intera collezione Paganini di Stradivari, sono 2 violini, 1 viola e 1 violoncello
-altri 2 violoncelli Stradivari
-altri 12 violini Stradivari

Considera che avevano anche il celebre Hammer del 1707, lo suonava la violinista Kyoko Takezawa, lo hanno venduto nel 2006 in un'asta di Christie a oltre 3.5 milioni di dollari :)

Nuovo iscritto? Dai un'occhiata al regolamento.


"Azake warau yatsu wo shirime ni, tsukame egaita yume nigitta te ni, ameagari no nagareboshi..."

"I am going to pick a track, we'll go for a real one... Laguna Seca and now we have to pick a car. TVR Tuscan, nope too much of a handful. Aston Martin DB9. That's not a racing car, that's just pornography..." (Jeremy Clarkson)

#4 OFFLINE   Lastblade

Lastblade

    Tennoo (天皇)

  • Super Moderatori
  • 9797 Messaggi:
  • Località:Ryouzanpaku
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 19 aprile 2008 - 21:26

Ammazza quanti! Sono contento che li usino bene :D

Sayaka Shoji - Shostakovich Violin Concerto No.1 Mvt.1 (1/5)
Nuovo iscritto? Dai un'occhiata al regolamento

(~§~) YUI addicted (~§~) --- Baka-kun club --- Pigro e fiero di esserlo XD -- Gina approved! Immagine inserita
Traduzioni su Jappop: Yo-Yo Girl Cop, Taiyou no Uta, Gomen,  The World sinks except Japan, Dog in a Sidecar - The Fure Fure Girl (con Paulus35) 01%
Immagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inserita
[E' aperta la Caccia Alle Kappa! - Comitato nazionale per la preservazione e la difesa del "ch" - Membro numero 2]

#5 OFFLINE   paulus35

paulus35

    Gran Maestro delle Gals

  • Super Moderatori
  • 21762 Messaggi:
  • Località:Torino
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 19 aprile 2008 - 22:20

Che bell'articolo! :victoryli7: :victoryli7: :victoryli7:  
E' perfetto come approfondimento per Nodame cantabile...  :onion-s1-1:  


Visualizza MessaggioLastblade, il Apr 19 2008, 10:36 PM, ha scritto:

La amo già...  :onion05:

:D

#6 OFFLINE   Blaze

Blaze

    Jidosha no kami

  • Moderatori
  • 12051 Messaggi:
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 20 aprile 2008 - 04:11

Si si è ottimo il lavoro della NMF, evita che opere d'arte come quei violini stiano a prendere polvere nelle case di qualche collezionista o erede di grandi musicisti (anche se alla fine è difficile che passino per le mani di gente che non ama la musica, poiché i pochi che si ritrovano ad averlo senza apprezzarlo lo vedono solo come fonte di guadagno e pensano subito a venderlo). Considera ad esempio che i 4 Paganini vengono concessi solo a quartetti, in modo da rimanere sempre uniti! :D

Nodame Cantabile (oltre che a fare riferimenti infiniti al calcio ;), il maestro Vieira, il concorso Maradona, il premio Buffon ecc. ecc. xD) credo tragga molta ispirazione dal reale panorama giapponese e non solo... la dominanza di figure femminili, il violoncellista Kikuchi che sembra uguale a Yo Yo Ma (oddio, magari non è proprio uguale, ma a me sembra... faccio un po schifo come fisionomista a dire il vero), il gran numero di concorsi e festival importanti in Giappone... peccato per l'immagine un po' mistica e magica che da della classica (almeno, io parlo avendo visto l'anime, il dorama non so...)! Però ha una bella scelta come repertorio musicale!

Nuovo iscritto? Dai un'occhiata al regolamento.


"Azake warau yatsu wo shirime ni, tsukame egaita yume nigitta te ni, ameagari no nagareboshi..."

"I am going to pick a track, we'll go for a real one... Laguna Seca and now we have to pick a car. TVR Tuscan, nope too much of a handful. Aston Martin DB9. That's not a racing car, that's just pornography..." (Jeremy Clarkson)

#7 OFFLINE   Lastblade

Lastblade

    Tennoo (天皇)

  • Super Moderatori
  • 9797 Messaggi:
  • Località:Ryouzanpaku
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 20 aprile 2008 - 12:21

Visualizza MessaggioBlaze, il Apr 20 2008, 05:21 AM, ha scritto:

Si si è ottimo il lavoro della NMF, evita che opere d'arte come quei violini stiano a prendere polvere nelle case di qualche collezionista o erede di grandi musicisti (anche se alla fine è difficile che passino per le mani di gente che non ama la musica, poiché i pochi che si ritrovano ad averlo senza apprezzarlo lo vedono solo come fonte di guadagno e pensano subito a venderlo). Considera ad esempio che i 4 Paganini vengono concessi solo a quartetti, in modo da rimanere sempre uniti! ;)
Già, sarebbe un peccato fargli prendere polvere :)
Carina l'idea dei 4 Paganini! :D

Visualizza MessaggioBlaze, il Apr 20 2008, 05:21 AM, ha scritto:

Nodame Cantabile (oltre che a fare riferimenti infiniti al calcio :), il maestro Vieira, il concorso Maradona, il premio Buffon ecc. ecc. xD) credo tragga molta ispirazione dal reale panorama giapponese e non solo... la dominanza di figure femminili, il violoncellista Kikuchi che sembra uguale a Yo Yo Ma (oddio, magari non è proprio uguale, ma a me sembra... faccio un po schifo come fisionomista a dire il vero), il gran numero di concorsi e festival importanti in Giappone... peccato per l'immagine un po' mistica e magica che da della classica (almeno, io parlo avendo visto l'anime, il dorama non so...)! Però ha una bella scelta come repertorio musicale!
Prima o poi devo vederlo, la mia wish list continua a crescere ma il tempo no...  :189bbdde: :begwz0:
Nuovo iscritto? Dai un'occhiata al regolamento

(~§~) YUI addicted (~§~) --- Baka-kun club --- Pigro e fiero di esserlo XD -- Gina approved! Immagine inserita
Traduzioni su Jappop: Yo-Yo Girl Cop, Taiyou no Uta, Gomen,  The World sinks except Japan, Dog in a Sidecar - The Fure Fure Girl (con Paulus35) 01%
Immagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inseritaImmagine inserita
[E' aperta la Caccia Alle Kappa! - Comitato nazionale per la preservazione e la difesa del "ch" - Membro numero 2]

#8 OFFLINE   paulus35

paulus35

    Gran Maestro delle Gals

  • Super Moderatori
  • 21762 Messaggi:
  • Località:Torino
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 20 aprile 2008 - 16:41

Visualizza MessaggioBlaze, il Apr 20 2008, 05:21 AM, ha scritto:

Nodame Cantabile (oltre che a fare riferimenti infiniti al calcio ;), il maestro Vieira, il concorso Maradona, il premio Buffon ecc. ecc. xD) credo tragga molta ispirazione dal reale panorama giapponese e non solo... la dominanza di figure femminili, il violoncellista Kikuchi che sembra uguale a Yo Yo Ma (oddio, magari non è proprio uguale, ma a me sembra... faccio un po schifo come fisionomista a dire il vero), il gran numero di concorsi e festival importanti in Giappone...
Mi riferivo proprio a questo.
L'idea che mi ero fatto con Nodame corrisponde a quanto hai descritto tu qui :)


Visualizza MessaggioBlaze, il Apr 20 2008, 05:21 AM, ha scritto:

peccato per l'immagine un po' mistica e magica che da della classica (almeno, io parlo avendo visto l'anime, il dorama non so...)! Però ha una bella scelta come repertorio musicale!
Non ho visto l'anime, ma il dorama probabilmente sotto questo aspetto è meglio. Anche se ovviamente è tutto molto romanzato... :D

#9 OFFLINE   Gina_Lollobrigida

Gina_Lollobrigida

    La Mistress di Jappop

  • Addicted
  • 3144 Messaggi:
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 20 aprile 2008 - 17:27

ottimo articolo! molto interessante!!!!!!!

farei un'aggiunta:
桂冠指揮者…  ( Kazuyoshi Akiyama )  Immagine inserita
che ho avuto l'onore di ascoltare e conoscere (e di farlo ridere un sacc con un paio di battute)
eccellente interprete e squisita persona.

ozawa, da te citato, e (il mio) akiyama hanno creato questo  festival.

un altro grande nome,Saito Hideo (ora deceduto), fu insegnante dei 2, e prima di morire nomino' 3 musicisti predicendo che sarebbero diventati eccezionali:
Ozawa, Akiyama e Otaka.

nominerei anche Kazushi ( X )come emergente di estremo talento (riconosciuto) che e' pure alla nostra Scala de Milàn :D   & Tadaaki Otaka, che e' piu' vecchio, ma pure famoso.


ps: la NHK symphony orchestra rifiuto' Ozawa. ghghghgh

scusate la sconnessione delle frasi, oggi butta cosi'

Messaggio modificato da Gina_Lollobrigida il 20 aprile 2008 - 17:30


  • Membro numero 1 del gruppo Julia-Devi-Morire.
    Perche' mai tutte le Julia dei cartoni portano rogna? Perche' Spike Spiegel & Ken Shiro sono stati ingannati da queste donne?
  • Pruriti&Coliche a chi usa le Kappa a sproposito. Unisciti al club: e' aperta la Caccia Alle Kappa! Membro numero 1
05.03.28.01 Just Like Honey

#10 OFFLINE   Blaze

Blaze

    Jidosha no kami

  • Moderatori
  • 12051 Messaggi:
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 20 aprile 2008 - 20:07

Grazie per le aggiunte! :D
Akiyama è effettivamente una mancanza, non che non ci avessi pensato, però ho dovuto fare un pochino di scelta tra i tanti nomi! Ha avuto un sacco di successo in Canada, sicuramente un grandissimo direttore!

Ono invece pur conoscendolo di nome e di discreta fama, è un po' fuori dai miei ascolti visto che in pratica è coinvolto solo nella lirica (di cui ahimè sono parecchio ignorante)... per cui non avrei saputo più di tanto che dire...

Hideo Saito lo conosco solo per l'essere stato appunto maestro di Ozawa, non so proprio altro sul suo conto! ;)

Otaka ha avuto discreto successo in UK... ma mai fatto niente di speciale... non se la meritava la menzione di Saito :)

Nuovo iscritto? Dai un'occhiata al regolamento.


"Azake warau yatsu wo shirime ni, tsukame egaita yume nigitta te ni, ameagari no nagareboshi..."

"I am going to pick a track, we'll go for a real one... Laguna Seca and now we have to pick a car. TVR Tuscan, nope too much of a handful. Aston Martin DB9. That's not a racing car, that's just pornography..." (Jeremy Clarkson)

#11 OFFLINE   Dr.Gori

Dr.Gori

    Nomin (農民)

  • Senpai (Utente Jappop)
  • StellettaStelletta
  • 6 Messaggi:
  • Località:La Terra

Inviato 21 aprile 2008 - 16:56

Bell'articolo BLAZE, aggiumgerei solo 5 nomi:

UCHIDA MITSUKO: pianista una delle più importanti pianiste del 900 (non solo giapponese) splendide incisioni di MOzart Debussy e Schoenberg, un pò meno Chopin incide per la Philips.

MIDORI: una delle più importanti violiniste giapponesi.

YUTAKA SADO: direttore d'orchestra che ha lavorato molto anche con l'Orchestra Verdi di Milano, eccentrico versato soprattutto nella musica del 900.

SUZUKI MASAAKI: clavicembalista e direttore d'orchestra, uno dei più importanti direttori d'orchestra del periodo barocco, magistrali le sue esecuzioni delle cantate e delle passioni di BACH, incide per l'etichetta BIS, molto importanti anche le sue incisioni delle opere clavicembalistiche sempre del sommo BACH. Ha fondato il complesso barocco BACH COLLEGIUM JAPAN.

HAYASHI YASUKO: celebre soprano storica interprete della Madama Butterfly di Puccini.

Complimenti ancora.

Dr. Gori

#12 OFFLINE   Koji

Koji

    Ushoben (右少弁)

  • Senpai (Utente Jappop)
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 377 Messaggi:

Inviato 21 aprile 2008 - 17:05

cavolo interessante molto!!! complimenti!

#13 OFFLINE   Blaze

Blaze

    Jidosha no kami

  • Moderatori
  • 12051 Messaggi:
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 22 aprile 2008 - 03:40

Allora, Gori, ti ringrazio per aver citato altri personaggi importanti, che purtroppo non potevano essere inseriti tutti nell'articolo... come detto ho dovuto fare una certa selezione, e quindi qualcuno, anche importante, è rimasto fuori, purtroppo! Mi scuso!
Ti motivo però le scelte in concreto:
Mitsuko Uchida: in generale non apprezzo lo stile pianistico dei giapponesi... e Uchida è stata addirittura allieva di Kempff (che è tra i miei preferiti) senza però, a mio avviso, recepirne molto... è vero, è stata spesso apprezzata dalla critica, ma ho ascoltato la sua registrazione della Hammerklavier di Beethoven e delle sonate per pianoforte di Mozart... e... non mi ha convinto affatto! Ovviamente questo è il mio parere e non ha alcuna pretesa di oggettività, è pur sempre una pianista affermata a livello mondiale e riconosciuta anche da numerosi concorsi!
Midori: lei probabilmente è stata la scelta più difficile da fare... la sua popolarità è enorme, soprattutto dopo "l'incidente" di Tanglewood nel 1986 sotto Bernstein... premesso che di violino ho ben poca competenza, secondo me le sue capacità sono molto sopravvalutate, e non merita assolutamente la fama che ha rispetto a violiniste molto meno famose ma più capaci! Ho preferito dar spazio a promesse più giovani piuttosto che a lei che oramai mi sembra ristagnare nella sua carriera... gode della sua fama e non salirà mai ad un livello superiore!
Yutaka Sado: perdono, ignoranza mia, lo conosco solo come assistente di Ozawa in giappone... per il resto non ho davvero una minima notizia sulle sue capacità! Chiedo umilmente scusa!
Masaaki Suzuki: eh... qui ammetto ancora una volta l'incisività dei miei gusti personali fusi con un minimo di dati oggettivi... non apprezzo Bach se non dal punto di vista della sua rilevanza su una crescita tecnica dei giovani pianisti, non apprezzo i clavicembalisti, e soprattutto non apprezzo il quasi concentrarsi su un singolo periodo e soprattutto compositore, in particolare quando si parla di Bach già esplorato da decine e decine di geni... per cui non lo ritenevo degno di menzione speciale in questo articolo!
Hayashi Yasuko: perdono, come detto la mia ignoranza in materia lirica è suprema, non l'ho neanche mai sentita nominare :)

Tutto ciò ha, come detto, semplice valore di spiegazione delle motivazioni PERSONALISSIME per cui ho preferito alcuni ad altri! Posso tranquillamente aver sbagliato completamente sui miei giudizi di valore per cui ringrazio chiunque stia dando contributi nominando altri personaggi sicuramente fondamentali nel panorama classico del Giappone! Scusate le omissioni e grazie per i complimenti  :onion35:

Nuovo iscritto? Dai un'occhiata al regolamento.


"Azake warau yatsu wo shirime ni, tsukame egaita yume nigitta te ni, ameagari no nagareboshi..."

"I am going to pick a track, we'll go for a real one... Laguna Seca and now we have to pick a car. TVR Tuscan, nope too much of a handful. Aston Martin DB9. That's not a racing car, that's just pornography..." (Jeremy Clarkson)

#14 OFFLINE   Gina_Lollobrigida

Gina_Lollobrigida

    La Mistress di Jappop

  • Addicted
  • 3144 Messaggi:
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 22 aprile 2008 - 12:02

scusate l'ot:
Bach Rulez

  • Membro numero 1 del gruppo Julia-Devi-Morire.
    Perche' mai tutte le Julia dei cartoni portano rogna? Perche' Spike Spiegel & Ken Shiro sono stati ingannati da queste donne?
  • Pruriti&Coliche a chi usa le Kappa a sproposito. Unisciti al club: e' aperta la Caccia Alle Kappa! Membro numero 1
05.03.28.01 Just Like Honey

#15 OFFLINE   Algonquin

Algonquin

    Sangi (参議)

  • Shishoo (Utente Elite)
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 879 Messaggi:
  • Località:Ark of Yamato
  • Sesso:
  • Zodiaco cinese:

Inviato 29 maggio 2009 - 00:22

Vorrei aggiungere alla lista due musicisti che ho avuto modo di vedere dal vivo, uno è Yoichi Sugiyama, compositore nato a Tokyo nel 1969 che ha studiato direzione d'orchestra con Emilio Pomarico e Morihiro Okabe e composizione con Franco Donatoni, Sandro Gorli, e Akira Miyoshi. L'ho visto in occasione di un concerto dell'Associazione Musicale Etnea mentre dirigeva l'MDI Ensemble. L'altra è la moglie di Sugiyama, Aki Kuroda che ho avuto l'onore di conoscere (con tanto di autografo) sempre ad un concerto dell'AME, che ha suonato la suite pianistica "Quadri di un esposizione" di P. M. Mussorgsky, regalandomi uno dei concerti più emozionanti della mia vita.

Messaggio modificato da Algonquin il 29 maggio 2009 - 00:24

Immagine inserita   Immagine inserita

"Se i nostri dei e le nostre speranze non sono altro che fenomeni scientifici, allora dovremmo ammettere che anche l'amore è scientifico"




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi